Esami di terza media 2018: tutte le novità

Cambiamenti in vista per gli studenti delle medie: con l’arrivo della legge 107/15 – Buona Scuola ci saranno delle novità riguardanti le prove per gli esami di terza media. Diminuiranno a partire da quest’anno il numero delle prove scritte, sarà dato maggiore peso alla carriera scolastica dei tre anni precedenti e non saranno incluse le prove invalsi.

Prove invalsi:

La novità più grande riguarda le prove invalsi, da quest’anno infatti non saranno più incluse nelle prove d’esame. Molti studenti e molte famiglie tireranno un sospiro di sollievo, la valutazione della logica, della lettura e delle capacità di ragionamento era spesso il fattore che più penalizzava gli studenti durante gli esami finali. Quest’anno le prove invalsi verranno sostenute tra il 4 ed il 21 aprile, le materie delle prove invalsi includeranno anche l’inglese, e saranno svolte in modalità computer based. La partecipazione alle prove è requisito necessario per l’ammissione all’esame, anche se il voto delle prove non inciderà sulla valutazione degli studenti.

I requisiti di ammissione all’esame sono tre: aver frequentato almeno tre quarti del monte ore annuale, non aver ricevuto sanzioni disciplinari che comportino l’esclusione dall’esame di terza media e l’aver partecipato alle tre prove invalsi.

Prima prova, italiano:

La prova di italiano sarà volta alla verifica della padronanza della lingua italiana, la capacità di espressine personale e la coerente ed organica esposizione del pensiero. Le tracce saranno composte da un testo argomentativo dove gli studenti saranno chiamati ad esporre le proprie opinioni personali e ad argomentarle. Una traccia che prevede la comprensione di un testo, oppure un testo narrativo e descrittivo.

Seconda prova, matematica:

Per quanto riguarda la prova di matematica invece l’obiettivo sarà quello di valutare la capacità di rielaborazione e organizzazione delle conoscenze nelle aree dei numeri, spazio e figure, relazioni e funzioni, dati e previsioni.La prova di matematica sarà formata principalmente da risposte aperte e potranno essere richieste anche metodologie di analisi e rappresentazione grafica dei dati.

Terza prova, lingua straniera:

Per le prove di lingua straniera sono previsti invece il raggiungimento del livello A2 per la prima lingua ed il livello A1 per la seconda lingua. La prova sarà strutturata con questionari a risposta multipla, esercizi di completamento, elaborazione di un dialogo ed elaborazione di un testo.

Ultima prova, colloquio orale:

L’ultima prova dell’esame di terza merda, come da consuetudine, rimane la prova orale. In questa prova saranno valutate le capacità di argomentazione e di utilizzo del pensiero critico.

Voto finale:

Nella votazione finale i docenti dovranno tenere conto della performance degli studenti nelle prove d’esame e delle carriera scolastica durante i precedenti tre anni, il voto finale sarà infatti una media tra i risultati delle prove e il rendimento scolastico degli anni precedenti.

Scrivi un commento